Avete presente quel turbinio di emozioni che vi coglie generalmente quando passate del tempo col vostro lui o la vostra lei o semplicemente quando parlate con la persona che vi piace? Ecco, il responsabile di quelle emozioni risiederebbe in un ormone che è stato scoperto dai ricercatori dell’Imperial College di Londra (Regno Unito) grazie a uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Investigation. Il suo nome sarebbe kisspectina ed è l’ormone della passione, già noto in ambito scientifico perché coinvolto nel processo di avvio della pubertà. 

Durante questa ricerca, gli autori hanno coinvolto 29 giovani uomini eterosessuali, somministrando loro la kisspectina o un placebo. Poi le “cavie” sono state invitate a osservare una serie di immagini di  tipo sessuale, ma anche coppie innamorate o elementi che riguardassero l’amore e la sessualità. Gli scienziati, durante tutto l’esperimento, hanno tenuto sotto controllo e monitorato l’attività cerebrale dei partecipanti, per mezzo della risonanza magnetica. In questo modo è stato scoperto che l’encefalo dei soggetti ai quali avevano somministrato la kisspectina mostrava un’ iperattivazione proprio in quelle aree neurali coinvolte nell’eccitazione sessuale e nell’amore romantico. Mentre negli altri che avevano ricevuto un placebo, non mostravano questa iperstimolazione. 

L’esperimento ha così messo in luce che la kisspectina sarebbe in grado di determinare un’ attivazione dei circuiti neurali comportamentali legati al sesso e all’amore, che provocano a loro volta alcune emozioni che spingono all’atto sessuale. Ed è per questo che si è pensato che l’impiego dell’ormone potrebbe anche favorire il trattamento dei disturbi della sfera psicosessuale e anche delle difficoltà di concepimento, divenendo un importante strumento per trattare l’infertilità nelle donne. 


Lascia un Commento


Accedi al tuo account

Your privacy is important to us and we will never rent or sell your information.

 
×
Hai dimenticato la tua Password?
×

Salite

Vai alla barra degli strumenti